Pubblicato in: Recensioni

Dalla Rubrica “Love books”: Questo amore sarà un disastro di Anna Premoli

Questo amore sarà un disastro

Sinossi

Edoardo Gustani è un rampante golden boy della finanza milanese, esperto di fusioni e acquisizioni. Al momento è interessato a rilevare la maggioranza della Health Green, una società che opera nel settore degli integratori e dei prodotti biologici, in difficoltà in seguito a qualche colpo di testa dell’ultimo amministratore delegato. Per portare a casa l’accordo, Gustani deve convincere i membri della famiglia Longo, proprietari da generazioni. C’è solo uno scoglio da superare: avere il parere favorevole di Elena, nipote delle quattro anziane azioniste. Elena non ha più nulla a che fare con la società, da quando il padre le ha preferito il figlio maschio come amministratore delegato. Ha voltato pagina e aperto un centro olistico nel quale le persone possono allontanarsi dal caos quotidiano e staccare finalmente la spina. Edoardo, abituato ad averla sempre vinta, non riesce a credere che Elena non voglia lasciarsi convincere dalle sue validissime ragioni. La sconfitta non fa parte del suo dna. Decide quindi di trascorrere qualche giorno nel centro di Elena. È sicuro di riuscire a farla ragionare sfruttando il suo grande fascino. Ma ci sono imprevisti che nemmeno un cinico e calcolatore uomo d’affari può immaginare…

 

Recensione

Edoardo è il classico uomo d’affari senza scrupoli. Maniaco del lavoro, è cinico e prepotente, la parola “no” sicuramente non rientra nel suo vocabolario. Come se non bastasse è anche affascinante e sa sempre cosa dire e come farsi dire di “si”, specialmente dalle donne; insomma il tipico uomo che “non deve chiedere mai”.

Eppure il bel tenebroso viene completamente annientato e messo al tappeto da una donna apparentemente semplice e lontana dal suo mondo di numeri e finanza, Elena.

Ma l’apparenza spesso inganna ed Elena risulterà essere una donna conoscitrice non solo del mondo dell’economia, ma anche dell’ambiente di Edoardo di fusioni e acquisizioni. E nonostante prometta a sé stessa di non cedere alle lusinghe di questo “cattivo ragazzo” e di restare fuori dall’azienda di famiglia, dovrà fare i conti con l’attrazione e il desiderio che la spingono irrefrenabilmente verso di lui, corpo e cuore.

Non mancano ovviamente i personaggi secondari, Lorenzo e Ludovico colleghi ed amici di Edoardo e Viola, avvocato ed amica di Elena. Dal canto loro, faranno il possibile per far ragionare i due protagonisti, tutti convinti che questa relazione non porterà da nessuna parte. I colleghi hanno paura che salti l’affare, mentre Viola crede che passata l’attrazione fisica ed il desiderio di conquista di Edoardo, Elena si ritroverà con un cuore rotto. Ed invece …

Il romanzo è raccontato da entrambi i punti di vista, ciò nonostante il protagonista assoluto della storia è proprio lui, Edoardo e la sua redenzione da “golden boy” a fidanzato modello. E vi assicuro che la strada verso il vero amore è molto ripida ed in salita.

Il libro è semplice e difficile da leggere allo stesso tempo perché l’autrice, per la prima volta, parla del suo ambiente lavorativo, la finanza, e quindi utilizza molti termini tecnici che noi umili lettori potremmo non capire bene. Per aiutarci, però, troviamo alla fine del romanzo un’appendice con tutte le diciture economiche spiegate per i “non addetti ai lavori”.

Anche la costruzione del personaggio di Edoardo credo sia stata una grande prova per la Premoli che, novità nella novità, racconta di un uomo completamente lontano dai suoi soliti personaggi maschili, parlando per la prima volta del tipico “bad boy” dei romance, a cui manca tutto, buonsenso compreso, tranne i soldi ed il fascino.

Sono sicura quindi che questo romanzo abbia rappresentato una doppia sfida per l’autrice Anna Premoli e proprio per questo merita doppiamente di essere letto. E poi ci aspetta il secondo episodio dedicato a Lorenzo e Viola, perché gli opposti si attraggono, ma poi si respingono.

Autore:

Non si vede bene che col cuore. L'essenziale è invisibile agli occhi.