Pubblicato in: Recensioni

Dalla Rubrica “Love books”: Orgoglio e pregiudizio bookclub di Georgia Hill

Nella città di Berecombe tre donne, apparentemente diverse tra loro, diventano amiche durante degli appuntamenti ad un club del libro.1

La prima protagonista che incontriamo è Natasha, detta Tash; è responsabile dell’agenzia immobiliare della città, vive con il suo fidanzato Adrian e crede di avere tutto ciò che ha sempre desiderato. È la sua collega Emma a portarla al primo incontro del bookclub, quasi contro la sua volontà, e proprio qui conoscerà Kit, un uomo che è esattamente l’opposto di Adrian e che le darà una visione dell’amore e della felicità completamente differente. Sarà infatti durante una discussione su Cime tempestose che si renderà conto che forse la sua vita non è così perfetta, come lei vuole credere. Riuscirà allora ad affrontare quello che sembra essere diventato il suo peggior nemico? Troverà la forza per lottare per la sua libertà di donna?

La seconda protagonista è Emma, fidanzata da sempre con Ollie, lavora con Tash come agente immobiliare. Ha dovuto abbandonare presto gli studi per lavorare ed aiutare economicamente la sua famiglia. Al bookclub conosce Joel Ditton, uno spocchioso ma affascinante professore universitario che organizza dei corsi serali di letteratura e che vede in Emma una mente pura e malleabile, pronta ad imparare tutto ciò che lui può insegnarle. Ma Emma sarà così ingenua da farsi abbindolare dal linguaggio forbito di Joel o si renderà conto che il suo unico vero amore è e resterà sempre Ollie?

La terza ed ultima protagonista è Amy, proprietaria della libreria di Berecombe, sempre impegnata tra eventi letterari di successo, letture a tema per bambini e il bookclub. Mantenersi occupata la aiuta a non pensare alle delusioni che ha subito nella vita; il padre infatti, con il divorzio, è rimasto a Singapore e dopo qualche anno il fidanzato l’ha lasciata a due passi dall’altare con un semplice sms. Nonostante ciò, resta un’inguaribile romantica, sempre circondata da libri e dolci. Una pessima combinazione, a detta di sua madre Katrina, che le rimprovera sempre di non prendersi cura del suo aspetto esteriore e nemmeno del suo cuore. Sarà Patrick, un autore irlandese trasferitosi a Berecombe a causa di un blocco dello scrittore, a far battere nuovamente il cuore di Amy. E il cuore di Patrick? Sarà pronto a battere per un nuovo amore? Riusciranno entrambi a lasciare andare i fantasmi del passato?

Il romanzo è scritto molto bene. Nonostante si tratti di tre differenti storie d’amore, il legame d’amicizia e del bookclub è molto presente. La linea temporale non subisce alcun salto e il libro risulta molto scorrevole data la narrazione con un punto di vista esterno. Tutti i personaggi rispecchiano persone ed atteggiamenti comuni, eppure in ogni racconto troviamo un eroe e un antieroe, come nelle migliori favole.

Unica nota dolente è il contesto letterario, trovando nel titolo “Orgoglio e Pregiudizio” si pensa ad una presenza preponderante dei capolavori di Jane Austen. Immaginavo, infatti, che ad ogni appuntamento del bookclub si parlasse di un suo romanzo; e che, quindi, i personaggi femminili della Austen “aiutassero” le tre protagoniste. Purtroppo, invece, la scrittrice britannica non viene quasi mai nominata così come, del resto, altre autrici donne nonostante un bookclub quasi totalmente femminile.

Autore:

Non si vede bene che col cuore. L'essenziale è invisibile agli occhi.