Pubblicato in: Recensioni

Morte di un giovane di belle speranze, di Jessica Fellowes

Titolo: Morte di un giovane di belle speranze. I delitti Mitford
Autore: Jessica Fellowes
Editore: Neri Pozza

Sinossi

Londra, 1925. «Giovani aristocratici scapestrati» è il soprannome dato dalla stampa scandalistica inglese a un gruppo di amici famosi per le grandiose feste in maschera e le elaborate cacce al tesoro nella notte londinese. Appartiene alla cerchia anche la maggiore delle Mitford, Nancy, che chiede ai genitori di inviare a Londra la sorella diciassettenne, Pamela. Gli sfavillanti parties in città sono infatti un’eccellente occasione per stringere nuove amicizie, utili per la prossima festa di compleanno di Pamela. Tra la «gente giusta» di cui assicurarsi la presenza figurano di certo Sebastian Atlas, volto angoloso, naso lungo e capelli impomatati tanto lisci da sembrare una lamina d’oro aderente al cranio; Clara Fisher, soprannominata dai Mitford «l’Americana» e, naturalmente, i Curtis: Charlotte Curtis innanzi tutto e suo fratello, l’arrogante Adrian, lo scapolo da accalappiare...

Recensione

In questo nuovo libro di Jessica Fellowes, ci ritroviamo ad indagare insieme alle sorelle Mitford e Louisa Canon nella campagna di Ashtall.
Una storia dalle tinte vivaci grazie all’atmosfera degli anni venti, in cui l’autrice porta in vita gli vita ruggente della città di Londra.
Un’epoca che enfatizza alcuni aspetti di un periodo storico dinamico; infatti, è stata ritenuta una stagione irripetibile. In questa fase storica, la città assume una veste provocante, poiché vi è un’esplosione di serate licenziose nei nightclub.
I giovani aristocratici sono affascinati dalla musica jazz, dal desiderio verso il proibito, inoltre l’evoluzione della femminilità è palpabile.

La vita spensierata della belle époque, è oltraggiata dalla piena attività delle “Quaranta Ladrone”. Una banda di donne, artiste della rapina, talmente abili e impietose che anche la polizia le teme. La leader è Alice Diamond, che commissiona alle altre donne a saccheggiare lussuosi magazzini, e tra queste vi è Dulcie. Ma scendendo a compromessi con la “regina” (Alice Dimond) aveva abbandonato questa masnada. Infatti, aveva preso servizi come cameriera presso la famiglia Curtis.

“I primi sospetti cadono sempre su noi serve”

Avvolti dal gelido freddo londinese, durante la festa del diciottesimo compleanno di Pamela, avviene un omicidio, che coinvolge emotivamente tutti i personaggi, soprattutto Louisa Canon, la cameriera della famiglia Mitford.
Nancy, organizza per sua sorella una festa sfarzosa e in maschera, alla quale partecipano tutti i rampolli protagonisti della stampa scandalistica londinese.

“Non faremo fracasso con le auto. Andremo a piedi. Ognuno potrà comporre un enigma relativo a un oggetto di uso comune . Se parteciperanno tutti, potremmo giocare a coppie[…] fu così che Adriano Curtis, ventiduenne, progetto la propria morte con tre settimane di anticipo”.

All’interno del ballo viene programmata una caccia al tesoro, tanto in voga a Londra, un evento spaventoso che avrebbe condotto i partecipanti oltre le mura del giardino della casa, dove vi era un cimitero.

“Il suolo era fradicio di umidità notturna, la luce della luna filtrava a stento fra le nuvole, e soffiava un vento leggero. Nel silenzio si udiva il lieve stormire delle fronde. Dalla terra s’innalzavano le sagome nere delle lapidi di coloro, uomini, donne e bambini, che erano vissuti e morti nei secoli trascorsi dal regno di Elisabetta I a quello di Giorgio V. Anche se ogni cosa era avvolta nell’ombra, una pozza di luce lunare rivelava crudelmente una forma pallida[…]”

La caccia al tesoro si trasforma in una sciagura.
Sotto il campanile della chiesa viene trovato il corpo di Adrian e accanto a lui, impaurita e senza riuscire a pronunciare una sola parola, Dulcie la serva. La quale viene arrestata per furto e omicidio.

Frastornata dalla situazione e cosciente dell’affinità sociale con Dulcie, Louisa crede nella sua innocenza. Spinta da un indole curiosa e incredibilmente perspicace, coglie tutte le sfumature comportamentali degli invitati, e si rende conto di quanto poco siano tristi gli amici della vittima. Erano solo spaventati per come il loro amico avesse perso la vita: un omicidio che sconvolge parecchio, ma che non riesce a far versare una lacrima.

Adriano Curtis era un giovane aristocratico, arrogante e spavaldo, ma credere che la sua morte fosse legata a questi futili motivi è assolutamente impossibile.
Si susseguono avvenimenti e conversazioni che fanno gelare il sangue, ma Louisa è determinata a scagionare la sua amica soprattutto perché si sente molto simile a lei. Infatti, se non fosse stata aiutata dal sorgente Guy e dalla famiglia Mitford, sarebbe diventata anche lei una criminale.
Nata in una condizione sociale sfavorevole, dove la povertà era talmente sfibrante, da indurla a rubare, scegli un altro percorso per la sua vita, accettando quella possibilità, per salvarsi. E proprio la consapevolezza di questa situazione, che la spinge a credere nell’innocenza della cameriera, mettendosi in contatto con l’agente Guy Sullivan.
Le indagini occulte di Louisa coinvolgono anche, Nancy e Pamela. Man mano che diventano sue complici si schiudono per lei le porte della bella società, facendo emergere prepotentemente la sua personalità, velata dalle due sorelle.

Tra realtà ed escamotage narrativo, siamo di fronte a un libro che non manca di stupirci, focalizzando l’attenzione del lettore sulla descrizione dei personaggi coinvolti, attraverso una narrazione mirata che porta a galla tutti gli elementi della storia. Un viaggio letterario con una precisa analisi storica resa affascinante dallo splendore del paesaggio e dalle grandi residenze di campagna inglesi, nonostante la pioggia e l’umidità. Poiché c’è sempre una luce soffusa e un camino con fiamme guizzanti a rendere tutto più intimo e confortevole.

Buona Lettura 📚

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...