Pubblicato in: Recensioni

Devora di Franco Buso

Parigi, 1314. Presso la cattedrale di Notre-Dame è allestita una pira e la folla si accalca, bramosa di assistere allo spettacolo: l’ultimo Maestro dei Cavalieri Templari sta per essere mandato al rogo. L’uomo sale sulla legna accatastata, il boia appicca il fuoco, le fiamme si levano. Ma un istante prima che lo avvolgano, il Maestro lancia una fiera invettiva contro il re Filippo IV il Bello, che ha voluto la sua fine. E una cupa profezia: il destino del sovrano è segnato, così come quello del papa e della stessa Chiesa, che tra settecento anni cesserà di esistere.

La folla è sbigottita. Solo una ragazza dai magnifici occhi color oro sembra credere per prima alle parole del Templare. Quella ragazza, che osserva il rogo silenziosa, ha il dono della chiaroveggenza.

Tutto era iniziato molto prima della sua nascita, quando sua madre, nata in Palestina, era rimasta orfana a seguito dello sterminio della sua famiglia da parte dei Mamelucchi. Ed era stata punta da uno scorpione del deserto, il cui veleno è in grado di compiere miracoli…


Con la lettura di questo romanzo ci ritroviamo a vivere un’avventura mistica e sensazionale.

L’ambientazione è quella di un colossal storico, riviviamo la magia dei grandi romanzi di fine ottocento e allo stesso tempo sentiamo le nuove vibrazioni che vuole regalarci l’autore.

Scrittura alta, attenta, mai casuale che spinge il pathos dal primo all’ultimo periodo.

Un turbinio di avvenimenti, circostanze, luoghi, personaggi che come un fiume in piena travolgono il lettore, non senza stordirlo di tanto in tanto.

Un tessuto narrativo che unisce il romanzo storico al fantasy e che sa catturare il lettore nel ritmo incalzante degli eventi, ma anche nelle pause di sfondo.

Storia, misticismo, esoterismo, mixati a dovere per regalarci un viaggio con la macchina del tempo e riportarci indietro totalmente stregati.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...