Pubblicato in: Recensioni

La verità sul caso Harry Quebert

QuebertMarcus Goldman è un giovane scrittore americano emergente che, grazie al suo primo romanzo, diventa una piccola star.

Eppure, nemmeno un anno dopo, il ragazzo conosciuto come “Il Formidabile” va incontro al peggior incubo di uno scrittore: la crisi da pagina bianca.

Chiede così aiuto al suo professore universitario nonché mentore, Harry Quebert, scrittore famoso in tutti gli Stati Uniti, che gli consiglia di raggiungerlo nella sua casa al mare in Aurora.

“Cambiare aria ti aiuterà a trovare l’ispirazione”, ma quest’ultima non arriverà come Harry intendeva.

Sarà proprio intorno al famoso scrittore che si aprirà una lunga investigazione per il ritrovamento del cadavere di Nola, una ragazza di quindici anni scomparsa 33 anni prima.

Ci sarà quindi una successione di avvenimenti e di ricerche da parte di Marcus, che lo porteranno a conoscere tanti personaggi della cittadina di Aurora, tutti in qualche modo legati a Nola e a Harry.

La storia si conclude con la risoluzione del caso da parte del Sergente Gahalowood e di Marcus che ne trarrà un romanzo che lo porterà di nuovo in vetta a tutte le classifiche.

Due le note negative: le parti raccontate dal punto di vista di Nola un po’ troppo infantili; e il personaggio della mamma di Marcus, una donna esageratamente bigotta.

Le note positive sono sicuramente i colpi di scena, che cambiano i punti di vista e le vicende a favore di un probabile assassino piuttosto che di un altro, lasciandoci con il fiato sospeso ed il dubbio fino all’ultima pagina.

Tutto insomma ruota intorno ad un principio: chi dice la verità, chi mente e chi invece omette, volontariamente o involontariamente?

Ogni capitolo, inoltre, viene introdotto dalle “regole” di Harry per Marcus: un misto tra consigli di scrittura, boxe (una passione che hanno in comune) e vita vissuta.

E di Harry? Che ne sarà di Harry Quebert? Trattandosi di un giallo, non potete far altro che leggere tutto il libro!

Harry Quebert

 

E dopo magari lasciarsi affascinare dall’adattamento cinematografico con Patrick Dempsey (non chiedetemi chi è!) protagonista dell’omonima miniserie tv.

 

 

Autore:

Non si vede bene che col cuore. L'essenziale è invisibile agli occhi.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...