Pubblicato in: Segnalazioni

Il ciliegio del mio nemico

Titolo: Il ciliegio del mio nemico
Autore: Ting-Kuo Wang
Editore: Neri Pozza

Sinossi
In una piccola città di mare, un uomo di mezza età gestisce una caffetteria con pochi clienti, in attesa che sua moglie torni da lui. Invece una mattina riceve un visitatore inaspettato, l’ex amante di sua moglie, Luo Yi-Ming. L’incontro turba profondamente i due uomini, al punto da condurre Luo Yi-Ming a tentare il suicidio scavalcando una balaustra per gettarsi nel vuoto. La cittadina è sconvolta e non esita a incolpare di un simile gesto il proprietario della caffetteria, il quale riceve la visita della polizia, convinta che tra i due uomini sia in corso una faida. Tutto quello che riescono a scoprire i poliziotti, però, è che la moglie dell’uomo, Autumn, risulta scomparsa da tempo. La figlia di Luo Yi-Ming arriva al bar, sperando di scoprire la verità. Attraverso una serie di conversazioni, l’uomo le svela, incontro dopo incontro, una storia di ambizione, amore e vendetta. Cresciuto nella povertà, il suo unico obiettivo nella vita è stato trovare un lavoro stabile e mettere su famiglia. Il suo desiderio viene esaudito quando incontra Autumn, di cui si innamora al primo sguardo. Il narratore inizia quindi a lavorare nel settore immobiliare, dimostrando di avere un vero talento per gli affari. Mentre la sua carriera prende il volo con il boom immobiliare di Taiwan negli anni ’90, lui e Autumn si iscrivono a un corso di fotografia tenuto proprio da Luo Yi-Ming. Il ciliegio dai rami rosso cupo che domina il giardino di Luo Yi-Ming non è ancora in fiore quando Autumn, all’improvviso, decide di lasciare suo marito.

RECENSIONE

Il ciliegio del mio nemico è il racconto di un amore perduto e della difficoltà di reagire al fato.
La voce narrante del libro è quella di un uomo, del quale si conosce tutto ma non il suo nome. Ostaggio di una vita umiliante e di un destino doloroso, il protagonista si racconta e si confida al lettore senza riserve, aprendosi come le pagine del suo diario, nel quale annotava ogni sua amarezza o momenti meravigliosi con la sua Qiuzi.

“Gli anni col tempo sbiadiscono, ma un giorno preciso, se lo si fissa con una traccia scritta, non può sparire e le sensazioni che ci ha evocato prima o poi si risvegliano”.

Nella vita di ogni uomo possono esserci tanti amori ma lui aveva scelto di viverne solo uno: amare Qiuzi. Lei con la sua ingenuità “illuminava le zone d’ombra del suo amato e alleggeriva la pesantezza della sua vita”.

L’infanzia del proprietario del caffè, era stata umiliante e piena di ferite. Egli aveva assistito a scene insopportabili in cui il padre “sfregava con vigore il pavimento incrostato” della sua scuola, lo sfratto e quindi il trasferimento in una casa fatiscente, e il gioco d’azzardo che il padre organizzava in casa. Grazie a quei soldi sua madre poté curarsi e quindi riuscire a “rammendare qualche calzino”. E mentre in lui si rafforzava l’idea che il denaro fosse tutto, la sua vita degenerava. Infatti, il corpo di suo padre venne a galla dalle acque del fiume e la saluta di sua madre peggiorava. Diventato orfano da un giorno all’altro, e nonostante la sua mente fosse bloccata, riuscì a non sprecare l’opportunità di lavorare e entrare nelle vendite immobiliari. Fu così che ebbe il privilegio di viaggiare in Cadillac e spesso gli capitava di sognare di essere ricco da poter “comprare l’intero paradiso” e invitare i suoi genitori a salire con lui in macchina e vivere una vita migliore.

A volte la vita sembra scorrere piacevolmente riservandoci sorprese. Come se fosse primavera, “che quando sfioriscono i fiori di pruno, fioriscono quelli di pesco e la vita rinasce poco a poco un po’ ovunque”. Ed ecco che il nostro protagonista in un giorno di pioggia conosce Qiuzi: una donna dal viso pulito come “una pagina nuova”. Dopo quell’incontro, l’unica cosa che desiderava era vivere il suo amore per lei fino in fondo, perché solo lei era in grado di dargli un po’ di calare col suo sorriso.

“Quando sta per arrivare la donna che amerai con tutto il cuore, ogni cosa sembra rivelare la bellezza originaria, attorno a te di comportamento tutto si fa tranquillo e aggraziato, il clima diventa insolitamente piacevole come il respiro fresco di una foresta, sembra di vivere ogni minuto sospesi in un sogno meraviglioso”.

La loro storia d’amore riempie le loro esistenze, ma insieme vivono un momento terrificante: il terremoto. In seguito a questo evento catastrofico nel loro rapporto si aprono delle crepe, che riportano a galla eventi dolorosi nella vita di Qiuzi.
Ma un episodio più significativo sconvolge le loro vite: l’incontro con il signor Luo.

Luo Yiming, è un uomo molto generoso, un grande benefattore, sempre disponibile ad aiutare la gente più povera. Appassionato di fotografia organizza nella sua lussuosa casa, dall’aura “ministeriale” e dove si erge un albero di ciliegio che all’ombra assumeva una luce enigmatica, un corso gratuito al quale Qiuzi partecipa. Ed ecco che il destino si insidia prepotente nella vita dei due amanti a scombussolare le loro vite.

“ In sogno annientò il mio nemico, accanto al letto fiorisce il ciliegio”.

L’improvvisa scomparsa di Qiuzi, i tentativi di ricerca e la paura di non riuscire più a trovarla, fanno emergere il cuore cristallino del protagonista che riflette sofferenza e infelicità, ritornando ai dispiaceri che aveva provato da ragazzo. Infatti, questo malessere lo spinge a mollare il suo lavoro e ad aprire una caffetteria ai margini di una piccola cittadina.

“Il ciliegio non era ancora in fiore quando Qiuzi mi lasciò. Quell’anno perdemmo la primavera”.

Il ciliegio del mio nemico è un libro ricco di parole e sentimenti, ma è anche una fotografia sul rispetto di una natura incantevole che appaga gli occhi ma anche l’olfatto. Infatti, il protagonista ci parla delle sensazioni che provava sentendo il profumo delle tuberose. Racconta, che quell’odore lo riporta al ricordo della madre, il suo viso sorridente quando li sistemava nei vasi.

Buona Lettura 📚

Un pensiero riguardo “Il ciliegio del mio nemico

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...