Pubblicato in: Segnalazioni

Le cose che ti vengono a cercare

Titolo: Le cose che ti vengono a cercare di Lauretta Chiarini
Editore: Graphofeel

SINOSSI

Una libraia, un ragazzino, un barista, una prostituta. E un cadavere. L’incontro con una adolescente introverso ed impacciato stravolge la vita metodica e solitaria di Cecilia, libraia modenese cinquantenne. Artefice fondamentale del cambiamento, insieme al giovanissimo Leonardo, è Orazio, barista dirimpettaio di Cecilia, innamorato di lei da sempre. Tra Modena e Genova, dal ritrovamento di un cadavere alla ricerca di una prostituta, la vita dei tre personaggi principali tocca alti e bassi, alternando crisi di sconforto a momenti di autentica gioia.

RECENSIONE

“Le cose che ti vengono a cercare non te le aspetti, ti sorprendono e ti spiazzano. Possono aprirti il cuore o pugnalarti alle spalle”.

La vita è strana, senza permesso si concede il lusso di stravolgere gli eventi, apportando dei cambiamenti che hanno il potere di rivoluzionare ogni cosa, soprattutto se non si è disposti a mutare la propria condizione di solitudine, come nel caso della nostra protagonista Cecilia. Ma solo mettendoci in discussione ed esercitando resilienza difronte ai cambiamenti, che si cresce e si scopre di possedere infinite risorse.
Cecilia è una libraia di quarantanove anni, che quando apre la sua libreria, “Leggere”, si sofferma sulla porta ad assaporare l’odore dei suoi libri. Svolge al meglio il suo ruolo: consigliando nuove letture, organizzando il club della lettura e presentazioni di nuovi libri. Ma un giorno accade una avvenimento particolare e strano. Un ragazzo, di nome Leo, si presenta nelle sua libreria, trascorrendo ore e ore.

Essendo Cecilia una donna molto rigida e costante nella sua vita, questo situazione la turba e la preoccupa, perché quando è sola, sul suo divano in compagnia della sua gatta, i suoi pensieri si spostano su Leo. Mossa da uno slancio umanitario, forse presa da un “improbabile ed effimero istinto materno”, decide di aiutarlo.

Questo libro è un crescendo di emozioni, sorrisi ma anche di cambiamenti da parte di Cecilia, tutti raccontati dalla penna avvincente e vivace dell’autrice, che riesci a farci immedesimare nella storia. Lauretta Chiarini, in queste pagine narra l’intimità delle emozioni e dei pensieri, che attraverso i dialoghi riesce a rafforzare l’identità dei personaggi, percependo il loro stato d’animo, la loro vena poetica e la loro umanità.

Man mano che si prosegue nella lettura, la storia assume i toni dei libri gialli che tanto piacciono alla libraia, svolgendosi tra la città di Modena e Genova, sino al ritrovamento di un cadavere.

Ebbene sì, certe cose accadono quando meno te lo aspetti, all’improvviso, creando situazione inaspettate e misteriose. Tramite le quali ogni sensazione ed emozione assopita si mette in movimento, riuscendo ad immedesimarsi e a comprendere gli stati d’animo altrui. L’autrice attraverso la voce dei personaggi è bravissima a descrivere l’animo umano e la solidarietà femminile. Ma anche il degrado di una società nella quale una donna che è costretta a prostituirsi, deve soffrire pene insopportabili.
Una storia irresistibile dove l’amore e l’amicizia fanno miracoli.

“La vita è un soggetto con disturbo bipolare, una volta va in un verso, una volta cambia rotta e va nell’altro e ti riserva sorprese”.

Buona Lettura 📚

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...