Pubblicato in: Recensioni

Com’è giusto che sia

Ciao circolo,

voglio consigliarvi un thriller davvero eccezionale e detto da me che non sono un’amante del genere credo che valga doppio. Perché ho deciso di leggerlo? Spinta dalla curiosità dopo averlo scovato e dalle recensioni molto positive! Il tema è attualissimo e raccontato in questa chiave spinge il lettore a una riflessione ancor più profonda.

9788804674047_0_0_1566_75

Bellissima e sensibile nel fulgore dei suoi vent’anni, Dalia potrebbe possedere il mondo. Invece, la sua fiducia nell’umanità è già gravemente compromessa: abbandonata dal padre prima ancora di nascere, è stata cresciuta dalla madre in completa solitudine, rotta soltanto dalla relazione con un uomo violento, delle cui aggressioni Dalia è stata testimone fin da piccola. Tormentata da incubi ricorrenti e con l’anima annerita dai lividi, la ragazza cova un desiderio inesprimibile, una sete di riscatto e vendetta che la brillante carriera di studentessa in medicina non basta a placare. Il volontariato in un centro per donne vittime di violenza le conferma ogni giorno quanto gli uomini possano macchiarsi di atrocità rimanendo impuniti. Finché il gelo che ha dentro finalmente deflagra, e decide di vendicare, una per una, tutte le donne abusate che ha incontrato sulla propria strada, a cominciare dalla madre. Si trasforma così in un angelo sterminatore che sceglie le sue prede con metodo e somministra loro l’estremo castigo con un calcolo e una freddezza che sfidano l’ingegno dei poliziotti incaricati di indagare sugli omicidi. E mentre la Dalia serial killer agisce indisturbata, la Dalia timida studentessa si imbatte in Alessandro, laureando in filosofia e barman introverso, che la corteggia con gesti premurosi e pensieri gentili. Tra i due si instaura una connessione profonda fatta di silenzi, slanci trattenuti, ferite condivise, che schiude una crepa nella corazza che Dalia si è cucita addosso per mettersi al riparo dall’amore. Ma ciò che non immaginerebbe mai è che, proprio adesso, dal suo passato possa tornare a braccarla il più spaventoso degli incubi.

Trattare il dramma della violenza sulle donne non è mai semplice; qualsiasi strada narrativa rischia di portare scrittore e lettore su punti duri e pensieri spinosi. L’autrice è riuscita con la sua scrittura accorta, pulita e mai sopra le righe, a coinvolgerci in un romanzo senza respiro. Ritmo incalzante e coinvolgente. Scrittura che non fa sconti emozionali al lettore. Finale drammatico e…non vi svelo nulla non vi preoccupate!

Il percorso catartico della storia ci mette di fronte ai nostri limiti, alla nostra rabbia e al nostro senso di impotenza. Ci immedesimiamo con la protagonista fino a voler essere anche noi dei vendicatori, a pensare che sia quella la strada più giusta per risolvere i problemi, fino a quando non ci scontriamo con i noi stessi riflessivi, lungimiranti e comprendiamo dove questa storia vuole portarci davvero.

Perché leggere questo romanzo? Tutti noi ci ritroviamo nella vita a combattere tra bene e male, tra istinto e ragione, tra giusto e sbagliato. La morale e il giudizio spesso non passano dalla mente, ma dall’anima e prendono il sopravvento sul senso critico. Quando questo accade ci ritroviamo a essere carnefici dei carnefici alimentando la spirale di odio e ingiustizia. La difficoltà di affrontare il reale e i comportamenti che reputiamo intollerabili ci porta a percorrere strade mentali inesplorate e a proporre soluzioni che diventano esse stesse inaccettabili. Questo romanzo insegna al lettore a guardare il vero senso delle cose, a credere nel potere dell’amore, ad aver fiducia nell’altro e a ragionare e agire com’è giusto che sia.

Buona lettura

 

 

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...