Pubblicato in: Uncategorized

La Scomparsa di Stephanie Mailer, Il nuovo thriller di Joël Dicker.

Editore: La nave di Teseo

TRAMA

30 luglio 1994. La cittadina di Orphea, stato di New York, si prepara a inaugurare la prima edizione del locale festival teatrale, quando un terribile omicidio sconvolge l’intera comunità: il sindaco viene ucciso in casa insieme a sua moglie e suo figlio. Nei pressi viene ritrovato anche il cadavere di una ragazza, Meghan, uscita di casa per fare jogging. Il caso viene affidato e risolto da due giovani, promettenti, ambiziosi agenti, giunti per primi sulla scena del crimine: Jesse Rosenberg e Derek Scott. 23 giugno 2014. Jesse Rosenberg, ora capitano di polizia, a una settimana dalla pensione viene avvicinato da una giornalista, Stephanie Mailer, la quale gli annuncia che il caso del 1994 non è stato risolto, che la persona a suo tempo incriminata è innocente. Ma la donna non ha il tempo per fornire le prove, perché pochi giorni dopo viene denunciata la sua scomparsa. Che cosa è successo a Stephanie Mailer? Che cosa aveva scoperto? Se Jesse e Derek si sono sbagliati sul colpevole vent’anni prima, chi è l’autore di quegli omicidi? E cosa è davvero successo la sera del 30 luglio 1994 a Orphea? Derek, Jesse e una nuova collega, la vicecomandante Anna Kanner, dovranno riaprire l’indagine, immergersi nei fantasmi di Orphea. E anche nei propri.

RECENSIONE

Dopo La verità sul caso Harry Quebert, un thriller avvincente dalla trama intricata e torbida, Joël Dicker è ritornato con un nuovo romanzo La scomparsa di Stephanie Mailer.
Un storia piena di colpi di scena che si snoda intorno a un caso di omicidio risolto nel 1994.

Nonostante la mole del libro (settecento pagine) l’autore non annoia mai il suo lettore, la trama affronta molteplici aspetti, l’omicidio, la corruzione, i problemi familiari, arrivando a focalizzarsi sugli aspetti psicologici dei personaggi.

Attraverso uno stile fresco e frizzante, Joël Dicker intreccia storie e personaggi raccontando episodi della vita personale di ogni protagonista, i quali essendo ben inquadrati hanno un ruolo ben definito e realistico. Inoltre, essendoci molti dialoghi ogni personaggi ha una propria voce: è come se prendessero vita.
Pagina dopo pagina, la curiosità del lettore è continuamente stimolata dalla vivacità delle azioni, creando tensione tanto da lasciarlo incollati al libro, e da una scrittura che spesso assume toni divertenti.

Nella città di Orphea, la vita scorre tranquilla. La gente resta incantata dalle sue stradine, i suoi ristoranti e dalla sua meravigliosa libreria. Spesso quando l’aria è più fresca si resta seduti difronte all’oceano ad ascoltare in lontananza lo sbuffo delle balene; ma un giorno questa città paradisiaca è sconvolta da un quadruplice omicidio.

“Il tanfo di morte, di budella e di sangue era insopportabile usciamo subito. Uscimmo subito dalla casa, pallidi e scioccati da ciò che avevamo appena visto.”

A risolvere il caso sono due giovani poliziotti ambiziosi, Jesse Rosenberg e Derek Scott. Ma vent’anni dopo tutto viene ribaltato, i due ispettori non avevano fatto attenzione ad alcuni dettagli nell’indagine, ma grazie alla giornalista Stephanie Mailer avrebbero rivalutato diverse fatti e situazioni.
Infatti, grazie alla spiccata perspicacia della giornalista sarebbero riusciti a coglie l’errore commesso nel 1994.

“Ciò che nel 1994 avevamo sotto gli occhi e non abbiamo visto.”

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...